Gamma & Bross saluta Guido Stuani

  • 28 Mar. 2020
Guido Stuani nel suo ufficio in Gamma & Bross
Gamma & Bross saluta Guido Stuani, fondatore dell'azienda. Iniziò a lavorare nella bottega di falegnameria del padre Giacomo all'età di 14 anni, ed era ancora alla sua scrivania a quasi 86 anni, quando hanno imposto la chiusura dell'azienda per contrastare la diffusione di questa minaccia invisibile, alla quale, dopo tante sfide vinte, ha dovuto arrendersi. Nonostante fosse uno studente brillante, era rammaricato di non aver potuto proseguire gli studi per aiutare la famiglia. Tuttavia questo non gli ha impedito di farsi strada nella vita, come molti altri imprenditori della sua generazione, che sono stati capaci di costruire aziende partendo da zero. Negli anni '60, la Wella si stabilì a Castiglione delle Stiviere, e la falegnameria che fino ad allora produceva porte e finestre, iniziò a fornire arredi per i suoi clienti. Dopo alcuni anni, la decisione di interrompere la subfornitura per proporre i prodotti al mercato. Grazie alla straordinarie capacità dell'attuale AD Mario Marchi, anch'egli quattordicenne quando fu assunto come primo impiegato dell'ufficio, e a quelle di altri soci e designer come Daniele Gilardi e Paride Maltini, venuto a mancare prematuramente. Assieme a tanti altri collaboratori, l'azienda proseguì nel realizzare e proporre arredi di design per saloni sempre più apprezzati dal mercato, iniziando la scalata del successo nel settore, prima in Italia e poi in tutto il mondo.
Guido Stuani fu anche uno dei grandi protagonisti della vita politica, sociale e culturale della nostra città. Membro della Croce Rossa, per la quale presiedette per tanti anni il Museo Internazionale. Assessore, e poi Vice Sindaco. E come Sindaco più tardi, quando accolse Papa Giovanni Paolo II in città, un incontro che fu per lui fonte di orgoglio e forte motivazione per tutta la sua vita.
Mario Marchi lo ricorda con queste parole: "Abbiamo trascorso insieme tutti i nostri giorni di lavoro. Una lunga vita quotidiana insieme senza screzi, senza contrasti. Cosa più di questo può rappresentare l'affetto e la stima che ho maturato per un uomo che ha rappresentato per me un padre, un fratello, un amico. Aveva un carattere diametralmente opposto al mio: io impulsivo, lui riflessivo, atteggiamento che spesso è servito alla soluzione dei problemi che abbiamo affrontato negli anni e infine alla mia formazione nel corso del tempo. Le sue più importanti qualità erano l'energia morale e l'umanità, che sono stati il collante che ha permesso a tanti dei nostri dipendenti e collaboratori di rimanere in azienda sino al pensionamento".
Il figlio Giampiero sarà impegnato nel portare avanti la sua eredità, trasmettendo quei valori che hanno ispirato lo sviluppo dell'azienda negli anni. Lo ricorda con queste parole: "Papà era un uomo semplice e di buon senso, grande lavoratore, intelligente, onesto e generoso. Era sempre pronto ad ascoltare, a dare un consiglio, un incoraggiamento. Aveva una capacità naturale di avvicinare e mettere d'accordo le persone, ponendo sempre avanti l'interesse dell'azienda, per evitare divisioni, per trovare soluzioni condivise. Ha sempre affrontato difficoltà e malattie con una battuta e un sorriso. Avendo conosciuto il significato della povertà e del sacrificio quando era giovane, ha sempre cercato di aiutare gli altri. Credeva nella provvidenza. Anche nei sui ultimi momenti, la sua più grande preoccupazione era quella di dar vita alla sua Fondazione, che avrebbe dovuto nascere per aiutare le persone meno fortunate del nostro territorio; sarà realizzata da noi figli".
Gli saremo sempre grati per averci mostrato che l'unica cosa che conta davvero è cercare di cambiare le cose in meglio, lavorando per il futuro, e per il bene comune. Il suo esempio sarà fonte di coraggio e motivazione per tutti noi.
Grazie Guido.


  Torna all'elenco
Spa Logic
MG Bross
Gamma Store
Gamma State of the Art